Scrivi il nome
e la tua email principale
su cui desideri ricevere l'eBook gratuito

Scrivi il tuo Nome Scrivi la tua Email Fai click su Autorizzo
Nome:  
Email:  
Autorizzo My Life a tenermi aggiornato sulle novità
Ho letto le note sulla privacy

Viaggio nei meandri della mente umana per prendere coscienza di te e imparare a leggere i segnali involontari del corpo.
Ipnosi: da arte magica a tecnica di supporto della scienza medica. Il potere della mente nei casi di malattia.

 

Con questo eBook potrai:

numero 1 Apprendere nozioni base della PNL (Programmazione Neuro-linguistica), il programma di formazione che tratta la comunicazione e il cambiamento personale
numero 2 Comprendere i trucchi della mente per riuscire a comprendere meglio se stessi e gli altri
numero 3 Imparare a riconoscere le bugie e altri segnali inconsci del nostro corpo
numero 4 Imparare alcune semplici tecniche per aiutare la memoria
numero 5 Scrutare tra i molteplici utilizzi dell’ipnosi, dall’uso meramente spettacolare all’utilizzo terapeutico e chirurgico

Ipnosi e Suggestionabilità

 

“Trance”, “ipnosi” e “manipolazione della mente”. Termini che incuriosiscono e, al contempo, spaventano perché siamo abituati a conoscerli mediante spettacoli di magia e incontrollati talk show che mostrano adulti ridicolizzati su un palcoscenico o seguaci di una setta indotti al suicidio. Eppure l’ipnosi non è questo. Non è magia né semplice suggestione, ma una comunicazione intensificata che può avvenire solo dietro la nostra volontà.

La dimostrazione più impressionante dell’apparente potere dell’ipnotista la ritroviamo nell’analgesia ipnotica, una tecnica utilizzata nel momento che precede immediatamente l’operazione chirurgica e garantisce al paziente l’immunità dal dolore senza l’utilizzo di sostanze chimiche. Una tecnica geniale ma che funziona solo su persone sufficientemente ricettive all’ipnosi. La recettività, infatti, è un elemento fondamentale nel discorso che interessa la mente e il potere che essa assume in tema di salute e benessere dell’individuo. La restante fetta di torta, invece, come ci ricorda lo stesso Derren Brown, è rappresentata dalla conoscenza che ognuno ha di se stesso.

I gesti, il tono di voce e persino la postura ci identificano molto più di quanto non facciano le parole ed è per questo che, molto spesso, ciò che vogliamo essere non corrisponde a ciò che siamo realmente. Quando due persone si trovano bene insieme, per esempio, si instaura uno stato di rapport inconscio per cui entrambi tenderanno a rispecchiare il linguaggio corporeo dell’altro senza rendersene conto; una reazione spontanea, indipendente dalla nostra volontà che non ha nulla a che vedere con suggestione o mera emulazione quanto, piuttosto, con un bisogno incondizionato del corpo che lo spinge a riflettere e riproporre su se stesso le stesse azioni del nostro interlocutore… È questa, forse, l’unica vera magia in tema di psiche.

 

Estratto dall'eBook:


La sicurezza di sé e l’immagine che proiettiamo


Il punto è che quello che tu vuoi essere non è quello che sei. Quello che vuoi comunicare di te stesso non è importante: ciò che importa veramente è quello che comunichi. La donna che inviava le e-mail rancorose era una puttana perché si esprimeva come una puttana. Tutto qui, e non importa se lei pensa o meno di esserlo “veramente”. Le persone non pensano mai di essere “veramente loro”. La parola “puttana”, per esempio, si riferisce a come comunichi e interagisci con le persone, non a una qualche verità sulla tua anima. Se ti abbandonano su un’isola deserta, non puoi essere una “puttana”; è necessaria la comunicazione con altre persone perché il termine acquisti un significato. Un pensiero ricorrente quando abbiamo vent’anni è chiederci in cosa consista il nostro “vero” io. In realtà anche se è importante avere una qualche idea di separazione tra un’immagine che proiettiamo a livello sociale e come possiamo comportarci lontano dalla compagnia o con i nostri amici intimi, nessuno si aspetta da noi che siamo più reali di chiunque altro. Siamo sfere ricoperte di specchi, sfaccettate e luccicanti come quelle nelle discoteche, e irradiamo luce in ogni direzione, perché la vita è tutta un’immensa discoteca. O qualcosa del genere.

 

 

Ti è piaciuto? Scarica gratis l'eBook

Scrivi il nome e la tua email principale
su cui desideri ricevere l'ebook gratuito
"Ipnosi e Suggestionabilità"
di Derren Brown

Scrivi il tuo Nome Scrivi la tua Email Fai click su Autorizzo
Nome:  
Email:  
Autorizzo My Life a tenermi aggiornato sulle novità
Ho letto le note sulla privacy

 

Derren Brown

Derren Brown (nato il 27 febbraio 1971) è un illusionista britannico nato a Croydon, nel Surrey, e ha frequentato l'Università di Bristol. Proprio qui ha fatto la sua prima apparizione pubblica come mago per poi giungere a far carriera come prestigiatore, praticando la tradizionale magia close-up. Molte delle sue illusioni sono a sfondo psicologico: in sostanza pratica gli stessi trucchi dei maghi, con l’aggiunta di inflessioni psicologiche e il talento di uno showman. La sua trasmissione su Channel 4, Mind Control in onda dal 2000, è diventata sempre più nota per la sua capacità di leggere nella mente delle persone. Brown non pretende di possedere la capacità psichica, ma afferma di raggiungere i suoi risultati facendo uso di una penetrazione psicologica profonda. Usando le sue conoscenze e competenze egli sostiene di essere in grado di prevedere e influenzare i pensieri delle persone con una suggestione sottile: può manipolare il processo decisionale e leggere i sottili segnali del linguaggio del corpo che indicano ciò che una persona sta pensando.